Aggiornamento novembre 2014

Il mese di novembre è volato via in un battito di ciglia ed è tempo di riordinare le idee dando un’occhiata ai numeri del portafoglio che ho simpaticamente nominato Black Dog.

Prima dei miei soliti dati ed indicatori un breve resoconto di tutto quello che ho combinato in quest’ultimo periodo.

I mercati sono sempre orientati al rialzo e trovare nuove idee di investimento è sempre più difficile.

Ho così deciso di puntare sempre di più su aziende a media e piccola capitalizzazione italiana che possano garantire buoni dividendi ed interessanti prospetti di crescita.

All’interno di un ipotetico Black Dog Small Cap Fund potremmo inserire :

Cembre,Emak,B&C Speakers,Marr,Ima,Iren,Servizi Italia,Banca Ifis e Igd.

L’investimento in questo sottogruppo ammonta a circa 3000 euro ed il rendimento netto atteso da dividendi è stimato al 3.36%.

In questo mese ho aumentato notevolmente il numero di operazioni ed ho continuato il trend di sempre investendo nuovo capitale ed aumentando la mia esposizione all’azionario.

L’operazione più importante è sicuramente l’acquisto di 21 azioni Luis Vuitton (Lvmh) e lo sbarco annunciato del mio portafoglio nel settore lusso.

Come discusso in precedenza,il mio portafoglio ed i suoi numerosi titoli ,coprono moltissimi settori ,dall’health care all’industriale,dall’energia al food and beverage ma nemmeno un euro risulta essere investito nel settore del lusso.

Per rimediare ho deciso di puntare su uno dei campioni mondiali di questo settore con un portafoglio incredibile di marchi e nomi secolari.

L’investimento di 21 azioni non è casuale essendo il minimo indispensabile che mi permetterà di ricevere a dicembre un dividendo straordinario in azioni Hermes.

Alla fine di questo processo Black Dog sarà investito adesso e negli anni a venire in Lvmh ed Hermes.

Il dividend yeld attuale dell’investimento è decisamente sotto la media del portafoglio ma grazie anche ad Hermes mi aspetto negli anni a venire buoni rendimenti.

Quello in Lvhm è uno dei più grossi singoli investimenti effettuati ed il peso nel portafoglio è stimato al 7% ovvero il secondo più importante.

Questo dividendo in azioni ricorda da vicino l’operazione Vodafone/Verizon che tanto mi è piaciuta e che sta cominciando a portare molta acqua al mio mulino.

L’investimento attuale in Verizon ,avendo un prezzo di carico quasi nullo,ha un bellissimo dividend yeld netto di oltre il 14%.

Il secondo acquisto importante è una vecchia conoscenza ed è il colosso minerario/materie prime Bph Billiton.

L’azienda inglese è una delle mie operazioni di trading di medio termine riuscite avendo venduto il titolo in gain nei mesi scorsi ad un prezzo decisamente superiore a quello attuale.

La congiuntura attuale  non è favorevole per questo tipo di aziende ma nel lungo termine potrebbe essere un buon prezzo d’ingresso.

Anche in questo caso assisteremo ad un’operazione straordinaria visto che Bhp Billiton ha intenzione di splittare una parte di business in una nuova società anch’essa quotata facendo emergere nuovo valore e prospettando dividendi corposi.

Lo yeld netto attuale è comunque interessante ammontando al 4.5%.

Le altre operazioni di acquisto di questo intenso mese si riferiscono ai nuovi ingressi di Emak e Cembre e agli ulteriori accumuli di azioni Servizi Italia.

E veniamo ora alle vendite ,questo mese presenti in discreto numero e per diversi motivi.

Come descritto in altro articolo ho deciso di vendere circa la metà delle mie azioni Sainsbury a fronte di dati non esaltanti e prospettive e dividendi incerti.

Oltre a quanto sopra ho deciso di vendere BB Biotech e General Mills.

La vendita di BB Bio mi ha fruttato 423 euro (pagherò qualcosa di capital gain) con un incredibile rendimento del 42% dividendi esclusi in pochi mesi.

Con i mercati ai massimi (sopratutto il comparto Biotech) può essere un’idea capitalizzare ogni tanto l’euforia generale.

General Mills è stata praticamente venduta al prezzo di carico ma ha fruttato comunque un buon gain grazie all’andamento favorevole del cambio euro/dollaro.

Dopo tutti questi movimenti il portafoglio regala nuovi record sotto molti punti di vista.

Se domani vendessi tutti i titoli presenti in portafoglio il guadagno ammonterebbe a 11253 euro ovvero il 36%.

Il valore attuale della baracca aumenta a 42.579 ed il capitale investito a 36.320.

Di questi 36.320 una parte importante è autogenerata dal portafoglio stesso ed è quella che io chiamo bonus :4994 euro

Tutti questi dati sono come sempre nella parte Black Dog History del blog dove raccolgo in una tabella l’andamento mese per mese di svariati numeri ed indicatori.

Il dato importante rimane sempre quello: i dividendi

Questo mese è stato un raccolto un po’ povero avendo incassato solamente 39 euro da General Mills,Recordati,Terna,Atlantia,Verizon,Realty Income,Arcp e Procter and Gamble.

Non mi demoralizzo..l’andamento sarà erratico,ci saranno mesi ricchi e mesi sotto la media ma a fine anno il target è quello attuale di 1040 euro ovvero quasi 87 euro mensili.

E ora dicembre.. l’ultimo mese del 2014 …e vedremo così il primo anno intero del portafoglio come sarà andato.

Annunci

7 pensieri su “Aggiornamento novembre 2014

  1. Ciao..
    Vorrei farti i complimenti per il blog…che ho trovato molto interessante e soprattutto scritto con quel garbato grado di “modestia” che dovrebbe a mio parere adottare chiunque si addentri nell’affascinante ed intricato mondo della finanza…nel quale è fin troppo semplice far previsioni od improvvisarsi maestri…con tanto di formule e consigli pronti all’uso..
    Tra le tue pagine.. con piacere..ho visto citare anche il libro di Benjamin Graham “The Intelligent Investor” che ho proprio qui accanto.. sulla mia piccola libreria… nella “rivisitazione” di Joel Greenblatt che credo sia tuttora l’unica in italiano 🙂
    A questo proposito…sarebbe davvero curioso sapere cosa l’autore scriverebbe adesso…immersi in mercati un cui i valori “fondamentali” sembrano rivestire sempre meno importanza a fronte dei massicci interventi esterni delle principali banche centrali…e dell’immensa massa di moneta e titoli creati dal nulla per sostenere un meccanismo di crescita… a tutti i costi..
    Ed è proprio a riguardo di questo che vorrei chiedere il tuo parere riguardo al mantenimento di un’investimento azionario…sebbene di lunga durata…in uno scenario come quello attuale..
    Condivido pienamente l’ipotesi di un portafoglio titoli “value” che permetta interessanti ritorni cedolari…ma non credi che il rischio di un’ingente svalutazione in conto capitale degli stessi…dovuta ad un eventuale sgonfiamento delle borse…possa vanificare del tutto i suoi vantaggi..?
    Certo…visti i prezzi raggiunti…anche il settore obbligazionario attualmente ha ben poco da offrire …e questo ..a mio parere…rende ancor più difficile trovare un’adeguata allocazione per il risparmio…ma anche qualsiasi forma di investimento che voglia rimanere entro “accettabili” parametri di volatilità e rischio..
    Alla prossima… 🙂
    Una buona serata

    Mi piace

  2. Grazie Alex per le belle parole.
    Tutto vero..sono umile perchè sono un dilettante..ma mi diverto e mi piace.
    Sono consapevole ..la situazione attuale non sarà eterna e come da sempre accade ..un giorno i mercati gireranno al ribasso ..in maniera violenta ,improvvisa e con nuove problematiche ad oggi inespresse.
    Fa parte della vita e penso di essere psicologicamente pronto a tutti gli scenari.
    Il mio portafoglio è sempre in costruzione ed è in modalità “semina”.
    Prezzi molto più bassi mi permetterebbero di accumulare più azioni e futuri dividendi.
    Il mio campo di battaglia preferito rimane quello delle blue chip americane ma cambio e borse ai massimi non mi permettono di comprare come vorrei,
    Nel frattempo mi “tutelo” con qualche vendita e un po’ di capital gain ed i dividendi che nel frattempo accumulo.
    Queste due entrate sono ormai acquisite ed intoccabili da qualsiasi orso.

    Mi piace

  3. Ciao Alfio…(suppongo sia questo il tuo nome) 🙂
    Grazie a te per la risposta che…davvero non mi aspettavo tanto immediata.
    In questi giorni anch’io passo un pò più di tempo al pc…e forse dovrei “ringraziare” il virus influenzale che mi ha permesso almeno di dedicare maggior attenzioni ai miei titoli in portafoglio che…sono ormai al limite dei rispettivi stop loss..
    Eh già…ancora una o due giornate come le recenti e partirà sicuramente qualche vendita..
    Personalmente..ed in un’ottica di pura speculazione a breve ..avevo preso qualche posizione nel settore biotech americano che…sebbene assai volatile…ha al suo interno alcune società che ritengo possano ancora dare molte soddisfazioni…soprattutto in caso di acquisizione da parte di qualche colosso multinazionale farmaceutico…( vedi quella recentissima di Cubist..da parte della Merck)
    Naturalmente una piccolissima parte..affiancata dai titoli “storici”…quelli da tenere nel cassetto…(speriamo ancora per un pò ) 🙂
    A tal proposito…e considerata la tua propensione per l’azionariato statutinense ad alto dividendo…sulla borsa italiana sono quotati alcuni etf specifici a distribuzione che potrebbero costituire un’interessante alternativa…e di cui sicuramente avrai conoscenza..
    Certo…c’è più “soddisfazione” a scegliere e selezionare personalmente cosa acquistare…anche se talvolta nen se ne benefici in termini di costi 🙂
    Una buona serata

    Mi piace

    • Ahhh più o meno.. in realtà mi chiamo Alfredo.
      L’Etf è una soluzione a basso costo ed è altamente consigliabile a chi vuole avere un portafoglio diversificato sull’azionario o altro.
      Torno alla premessa del post precedente..a me piace investire,scegliere i titoli,seguirli,venderli e decidere il peso che devono avere nel portafoglio.
      Alla fine anche il mio Black Dog è un Etf.. ha i suoi costi ed è gestito dal sottoscritto che di volta in volta decide dove e come reinvestire i proventi.
      Il Biotech americano è per me terreno incomprensibile e sto alla larga.
      L’unico investimento che tengo in considerazione è BB Biotech che investe principalmente in aziende Usa.
      Allo stesso tempo possiedo però Baxter,Glaxo,JNJ che in parte sono presenti anche nel settore biotech.

      Mi piace

      • Ciao Alfredo…
        Come previsto gli stop loss impostati stanno saltando uno dietro l’altro..
        La situazione comincia a farsi piuttosto pesante ..e con la memoria ( ed i grafici) debbo tornare un bel pò di mesi addietro per ritrovare qualcosa di similare..
        Tu che opinione hai di quel che stà accadendo..?
        Sembra non ci sia asset che non dia segni di cedimento…
        Una buona serata…

        Mi piace

  4. Probabilmente si sta scatenando una tempesta perfetta..crollo del petrolio.. crisi varie europee con in arrivo le elezioni europee,crisi della Russia e del rublo…insomma .tanta carne al fuoco.
    Ma sinceramente meglio non guardare troppo i fattori macro.. ma semplicemente sfruttare i loro effetti.
    Se il petrolio arriverà a 30 dollari vorrà dire che mi riempirò di Eni a 10 euro o di Exxon o BP.
    Comunque un asset che non da segno di cedimento c’è..è la borsa Usa. Impressionante tutto sommato la sua tenuta.

    Mi piace

    • Concordo…
      Dopo una breve discesa dello S&P sotto la soglia dei 2000 punti…ecco pronto un bel rimbalzo nella giornata di ieri.
      Difficile pensare che dietro non ci siano “mani forti” sempre pronte ad intervenire quando la situazione accenna qualche criticità 🙂
      Personalmente vedo piuttosto improbabile una discesa del Brent o del Wti sino a quei livelli…se non altro per i grossi problemi che questo creerebbe non soltanto a molti paesi esportatori…ma anche ad una miriade di società americane attive nello “shale oil”…ed alle loro emissioni obbligazionarie..già piuttosto sotto pressione.
      Naturalmente tutto resta possibile…
      Tra i titoli petroliferi io nutro una certa “simpatia” anche per Chevron…che mi risulta ben radicata anche in Arabia Saudita…e quindi parzialmente in grado di approvigionarsi di greggio a buon prezzo..
      A 30 $…ma anche qualcosa in più…non nego che farei pure una puntatina su di un Etc sul Brent…o sul Wti 🙂
      Una buona giornata

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...