Put your money where your mouth is…

Sono un grande estimatore di Warren Buffett ed il titolo di oggi è una delle mie frasi preferite.

Metti i tuoi soldi dove c’è la tua bocca..potrebbe essere la traduzione letterale di questa frase di Buffett..

Se dovessi invece tradurre in maniera più ampia e approfondita questo pensiero direi ..le azioni che possiedi non sono solamente pezzi di carta o numeri che oscillano tutti i giorni..ma sono piccolissime infinitesimali parti di splendide aziende.

Queste “nostre” aziende costruiscono cose,vendono prodotti o erogano servizi che milioni di persone utilizzano o acquistano tutti i giorni.

Io i mie soldi in effetti li ho investiti molto vicino alla mia bocca..

Ad esempio in casa mia si utilizza rigorosamente e felicemente direi..caffè Nespresso.. ed ogni volta che mi capita di entrare in una boutique Nespresso rimango sempre stupito dell’incredibile successo di questo prodotto della nostra azienda Nestlè.

Almeno una volta al mese ..mio figlio mi costringe (piacevolmente direi) ad una piacevole cenetta nel bellissimo Mc Donald vicino casa..ed uno dei nostri prodotti preferiti è sicuramente la Coca Cola(rigorosamente zero per il sottoscritto).

In un modo o nell’altro nella mia vita entrano prodotti di Eni,Tamburi,Bayer,Unilever,Hermes e tanti altri.

E non vedo l’ora del prossimo giro a Londra per provare Whitbread e Greene King.

Ma torniamo al titolo iniziale e all’ultimo acquisto odierno che mi ha fatto sorridere e scrivere queste 4 righe.

Vi presento le mie bellissime Brooks “Ghost 7” :

Brooks ghost

Sono un amante della corsa e ho deciso di provare queste nuove scarpe prodotte dalla “running company” Brooks.

Ma la parte più interessante del discorso è che questo marchio è una piccolissima parte della migliore azienda del mondo ovvero la mia amata Berkshire Hataway.

Che dire.. chi più azionista fedele di me ?

Domandina finale.. quanto avrà influito sulla mia decisione di acquisto il fatto che queste scarpe sono vendute da Warren Buffett ?

Vi farò sapere se queste bellissime scarpe faranno il loro dovere per le strade della Brianza !

Annunci

6 pensieri su “Put your money where your mouth is…

  1. Ciao volevo farti una domanda: se non ho letto male hai investito 41000 euro ed ora a mercato se vendessi tutto ne avresti 51000.Calcolando che conti di prendere circa 1000 euro l’anno d’interessi ,se vendessi sarebbero 10 anni di interessi.Perchè non vendere allora e riposizionarsi su quando ci sarà il prossimo tracollo?Ciao grazie per la tua eventuale risposta.

    Mi piace

    • Un’altra cosa..il mio capitale investito ammonta a circa 41000 euro..in realtà io ho solamente immesso nel portafoglio 35.000 euro. Questo è il miracolo del passive income e dell’interesse composto generato da gain e dividendi.

      Mi piace

  2. Se avessi la sfera di cristallo e sapessi le esatte quotazioni dei miei titoli nel 2020 lo farei sicuramente.
    Ma la sfera io non ce l’ho … e allora proseguo imperterrito nella mia strategia e nel mio lento accumulo di azioni top class.
    Una parte di portafoglio è incedibile ..e se ho fatto bene i miei conti i dividendi continueranno ad aumentare nel tempo.
    Un’altra parte di portafoglio invece può anche essere ceduta a fronte di incredibili performances o investimenti migliori disponibili sul mercato.
    Air Liquide è presente da molti anni.. se avessi venduto dopo un buon rialzo… non sarei più stato in grado di rientrare a quel prezzo.

    Mi piace

  3. Siccome condivido (a grandi linee) la logica di defender one, ma credo anche che Alfio abbia fatto bene i conti a lungo termine, ho immaginato il possibile scenario a 10 anni. 1) i titoli sono ancora in questo range. 2) i titoli sono più alti. 3) i titoli sono più bassi. Nel primo caso il guadagno è di 10000 euro sui dividendi. Nel secondo caso c’è da aggiungere l’apprezzamento dei titoli (anche se è relativo visto che i titoli non si vendono). Nel terzo non si incassano tutti o parte dei 10000 euro di dividendi ma si ha la possibilità di riacquistargli a prezzi inferiori. Forse fa bene Alfio. A me piacerebbe trovare un modo per prendere profitto anche dai rialzi, in modo che la palla di neve dia i suoi frutti anche nel lungo termine e non solo nel lunghissimo. Ciao Pierpaolo

    Mi piace

  4. La mia fino ad oggi è stata una gestione mista.. dettata dai continui rialzi dei mercati.
    Infatti le entrate sono equamente suddivise :

    Capital gain 2710 euro
    Dividendi 2701 euro

    Ovviamente ,con i futuri crolli delle quotazioni ( che prima o poi arriveranno) la parte dividendi prenderà definitivamente il sopravvento essendo (in teoria) inattaccabile e in costante crescita anche in recessione.

    Una cosa di sicuro ho imparato… quando incontrate uno dei titoli incredibili.. miracolosi.. meravigliosi.. in continua crescita,gestiti da persone competenti ed oneste,attenti agli azionisti… non privatevene mai.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...