Brividi d’inizio anno

Comincia benissimo il 2016 con una bella correzione e quotazioni in ribasso un po’ su tutti i fronti. Questo è il mio scenario preferito e non mi sono fatto pregare.. ho ricominciato subito ad accumulare azioni.

Per chi come me non ha fretta ed ha intenzione di accumulare azioni costantemente nel tempo questi sono i “Glory Days”.

 

Il primo titolo che ho inserito è un altro colosso americano ed una splendida azienda: Boeing.

Leader mondiale nella produzioni di aerei commerciali e player di rilievo nella difesa e aerospazio con un bilancio in continua crescita ed un portafoglio ordini incredibile.

Con un dividendo netto attorno al 2% ,un bilancio roccioso e una domanda di voli ed aerei mondiale in costante crescita..mi sembra un bell’investimento ed una bella diversificazione in un settore che mancava al Black Dog.

I forti ribassi di ieri mi hanno trasformato in un mezzo trader… ogni tanto ci provo… nel senso che ..ho venduto Brembo a 44 euro prima di Natale ..per sfruttare un po’ di minusvalenze..e me la sono ricomprata ieri a 39.

Brembo rimane una delle aziende italiane migliori al mondo ..il guaio è che non me ne sono accorto solo io..ed il titolo ha avuto una crescita esplosiva negli ultimi anni ma trainata da un bilancio eccellente.

Il debito continua a crollare trimestre dopo trimestre sotto i colpi di montagne di cash flow e l’azienda è davvero pronta per una bella acquisizione. Tempo fa si parlava di sbarco nello spazio.. ovvero di diversificazione nel settore aerospazio.

Stremo a vedere.


 

Nel frattempo continua la debacle del settore oil e amici dell’oil con alcuni titoli che sfondano ogni giorno nuovi minimi e quotazioni tornate indietro di 10/15 anni.

In questi casi potremmo trovarci di fronte alle solite esagerazioni del mercato..che vede nerissimo il grigio … o vede oro al posto del giallo.

Massima attenzione ad Eni,Exxon e Chevron in caso di ulteriori forti ribassi ..e continuo accumulo delle “mie” Royal Dutch Shell,oggi in negativo del 33% rispetto al mio prezzo di carico.

Succede qualcosa anche in casa “Next”..uno dei principali titoli del mio portafoglio.

Next è un’azienda meravigliosa,un retailer inglese che vende abbigliamento ed accessori per la casa.

La sua caratteristica che mi ha fatto innamorare è l’attenzione per l’azionista.

Next produce molta cassa e quella che non utilizza per “condurre” il core business la restituisce sotto forma di dividendi o buy back.

L’aspetto fantastico è che non si tratta di un buy back automatico o generalizzato come quello di quasi tutte le grandi corporate mondiali.

Next fissa una soglia ben precisa e al di sopra di quella cifra non acquista azioni..facendolo solamente quando sono davvero sottovalutate.. una cosa di una semplicità disarmante..e di un’efficacia devastante.

In caso di quotazioni elevate Next restituisce il surplus di cassa tramite dividendi straordinari e nel 2015 lo ha fatto 3 volte..volte che si aggiungono ai 2 dividendi ordinari..5 dividendi che mi hanno fruttato 70 euro e hanno portato il payback su questo titolo al 7%.

A febbraio arriverà l’ennesima cedola straordinaria ma…ma… ed ecco la novità..potrebbe essere l’ultima.

Next ha fissato a 69 pence il limite per acquistare azioni e il titolo ,in questa gelata d’inizio anno ,ha sfondato anche i 68 dopo una trimestrale non eccellente a causa anche dell’anomalo autunno caldo.

Immediatamente sono partiti gli acquisti e questa cosa mi fa impazzire :

http://otp.investis.com/clients/uk/next_plc/rns/regulatory-story.aspx?cid=115&newsid=644533

Notare bene…”All for cancellation”..le azioni acquistate saranno cancellate creando immediatamente valore per l’azionista fedele di lungo termine.

Ecco in dettaglio la ten year history di Next con anche la “conta” delle azioni in circolazione in continuo calo:

http://www.nextplc.co.uk/investors/key-financial-information/ten-year-history


Un altro titolo entrato nel mio radar è Tiffany ..un marchio affascinante e conosciuto anche dai sassi ..con una storia ed una reputazione incredibile.

Tiffany ha attirato la mia attenzione dopo questa bellissima lettura :

http://www.joshuakennon.com/tiffany-company-valuation-five-years-later/

Un bellissimo blog che vi consiglio di seguire.

A proposito di blog e siti vari… date un occhio anche a questo :

http://basehitinvesting.com/focusing-on-the-investment-process/

Adoro come scrive.

Se dovesse pubblicare questa sua lista.. statene certi che diventerà la mia nuova wish list.

 

 

Annunci

18 pensieri su “Brividi d’inizio anno

  1. Ciao Alf,

    Anche io mi sono messo a fare spese grazie ai ribassi, mi chiedevo però il perchè tu continui a comprare RDSB in un quadro generalizzato molto negativo per il petrolio… Non hai paura di un dividend cut stile KMI? RDSB come CVX sono molto solide, hanno passato il 2015 che sicuramente non è stato un’anno facile, ma i tagli e le riorganizzazioni alla fine “finiscono” e se il petrolio continua a rimanere cosi basso… Ecco ero curioso di sapere come la vedevi, dato che stai continuando ad accumulare!

    ciaociao

    Stal

    Mi piace

    • Ciao Stal in realtà ho scritto” continuo accumulo” nel senso che è mia prerogativa tenere comunque almeno un petrolifero in portafoglio.
      In realtà non ho ancora acquistato altre azioni RDS ma potrei farlo..è una possibilità.
      Ho paura di un dividend cut e come ho scritto in passato ho già previsto il taglio e adeguato il mio file con un dividendo inferiore del 50%.
      Mi fa ancora più paura Bhp Billiton e non credo di acquistare altre azioni per il momento.
      Per ora la situazione oil è davvero nebulosa..chi lo sa..magari è un’occasione per accumulare azioni ad un prezzo incredibile.

      Mi piace

  2. Ben ritrovati Alfio e Stal, e buon anno…
    Boing dopo il calo di ieri ha rapporto prezzo utili futuro di 14 contro la sua media che è P/E 17, direi proprio il momento giusto per aprire una posizione e tenere per sempre visto che il settore sarà sempre più in crescita, io sono andato con un’altra fantastica scorta come UTX questa estate quando ha toccato i suoi minimi, ma non escludo di accoppiarla a Boing se dovesse cedere un’altro po’, questo è un settore che mi piace molto( GD e LMT altre due perle).
    Tiffany è Tiffany, conosciuta da tutti in tutto il mondo, dovesse cedere fino ai 65$ aprirò una posizione, interessante anche il settore ferroviario in questo momento.
    Gilead?? cosa ne pensate? io da tempo medito di aprire una posizione, è al momento molto sottostimata e ha dei fondamentali eccezionali e credo che a lungo termine anche per i dividendi diventerà ottima, staremo a vedere…

    Ciao

    Mi piace

    • Gilead non la conosco proprio… so che ha in mano dei farmaci incredibili e costosissimi ma non ho mai seguito da vicino.
      Sulle ferrovie sono d’accordo… ma possiedo già Berkshire Hataway e mi darebbe fastidio acquistare Union Pacific che è la diretta concorrente..sono pazzo lo so!

      Mi piace

  3. Tiffany mi piace molto. Sto aspettando però, sono convinto di prenderla a meno in futuro. Metà 2016/fine anno sarà la finestra. Se la perdo, amen.
    Seguo anche Gilead, ma attendiamo. Bellissima azienda con un futuro prosperoso, almeno secondo me.

    Mi piace

  4. Ciao Alf,

    Tiffany non mi convince, se devo essere onesto, ha (come molte major americane) una grossa esposizione asiatica e prevedo un po di turbolenza nel breve/medio termine. Il dividendo è poi bassino considerata la doppia tassazione, so che a te questo interessa “meno” ma io faccio sampre il conto brutale che con un conto deposito (o per chi è piu “sgamato”) un conto deposito estero (Vedi Santander 123 in UK) si puo ottenere di piu… Discrso diverso invece per Next, dove penso di entrare domani se regge per un pochino la quotazione a 6850p, ha ritracciato a livelli di un’anno fa ed effettivamente ha tutti i numeri per fare bene con un dividendo comunque interessante (che sia avvicina alla mia personalissima soglia del 2% netto).

    Mi piace

  5. Sono d’accordo con te..non sarà un periodo facile.. ma è un marchio incredibile che penso possa fare bene negli anni a venire.Attualmente è uno 0,qualcosa del mio portafoglio e sarà accumulata in caso di ulteriori forti ribassi.
    Su Next nulla da dire..è un’azienda favolosa orientata come pochi a “tenere conto” dei propri azionisti.

    Mi piace

  6. Ciao Alfio, Nestlè è fantastica, ma ne vale la pena con la tassazione svizzera? Quanto è 30%? Praticamente metà dei dividendi in fumo.
    Qualcuno ha qualcosa da suggerire per la piazza inglese? Mi piacerebbe prendere qualcosa a parte next

    grazie

    Mi piace

    • Purtroppo in Svizzera è un massacro.. c’è poco da fare… ma Nestlè è un ‘azienda pazzesca ..e voglio essere socio a tutti i costi.
      In Inghilterra ci sono un sacco di storie interessanti.. per i cuori forti ci sono tutti i titoli legati alla materie prime..c’è Shell… c’è Whitbread…
      Altro titolo che sto seguendo è Smiths Group.. con un rendimento netto superiore al 3%

      Mi piace

  7. Io come Shell scelgo RDSB (leggermente differente da RDSA: veder qui: http://www.differencebetween.net/business/difference-between-rdsa-and-rdsb/). E ho scelto di comprarla alla borsa di Amsterdam invece che di Londra, per due motivi: è in € invece che in pounds ed evito la Queen’s tax per gli acquisti sul mercato inglese. Il dividendo di RDSB (a differenza di quello RDSA) è in pound anche se si ha l’azione quotata ad Amsterdam e UK based, quindi niente trattenuta fiscale, stile UK.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...