Dividend increase 014 :Recordati Spa

 

RECORDATI: CDA APPROVA IL BILANCIO DEL 2015. RICAVI DI € 1.047,7 MILIONI (+6,1%), UTILE OPERATIVO DI € 278,5 MILIONI (+20,6%) E UTILE NETTO DI € 198,8 MILIONI (+23,3%). DIVIDENDO 2015 € 0,60 (+20,0%)


 

.  Ricavi netti consolidati € 1.047,7 milioni, +6,1%.  EBITDA(1) € 317,0 milioni, +15,8%  Utile operativo € 278,5 milioni, +20,6%.  Utile netto € 198,8 milioni, +23,3%.  Posizione finanziaria netta(2): debito netto di € 88,7 milioni.  Dividendo per l’esercizio 2015 pari a € 0,60 per azione, di cui € 0,30 già pagato.  Previsioni per l’anno 2016: ricavi compresi tra € 1.070 milioni e € 1.100 milioni, un utile operativo da € 290 a 300 milioni e un utile netto da € 205 a 215 milioni.  Convocata Assemblea degli Azionisti per il prossimo 13 aprile 2016 in unica convocazione. Milano, 8 marzo 2016 – Il Consiglio di Amministrazione di Recordati S.p.A. ha approvato oggi i risultati consolidati dell’anno 2015 e il progetto di bilancio della capogruppo, nonché la Relazione sul governo societario e gli assetti proprietari richiesta dall’art. 123bis TUF. La Relazione Finanziaria Annuale al 31 dicembre 2015 e la sopramenzionata relazione saranno rese disponibili nella giornata odierna 8 marzo 2016 presso la sede sociale e pubblicate sul sito internet http://www.recordati.it nonché sul meccanismo di stoccaggio autorizzato 1Info (www.1Info.it). Le relazioni della Società di Revisione e del Collegio Sindacale saranno rese disponibili entro i termini di legge, con le medesime modalità. Principali risultati consolidati  I ricavi consolidati, pari a € 1.047,7 milioni, sono in crescita del 6,1% rispetto all’anno precedente. I ricavi internazionali, che rappresentano il 79,8% del totale, crescono dell’8,8% mentre i ricavi in Italia, pari al 20,2% del totale, sono in diminuzione del 3,3%.  L’EBITDA(1) è pari a € 317,0 milioni, in crescita del 15,8% rispetto al 2014, con un’incidenza sui ricavi del 30,3% grazie al miglioramento dell’utile lordo e alla contenuta crescita dei costi operativi.  L’utile operativo è pari a € 278,5 milioni, in crescita del 20,6% rispetto all’anno precedente, con un’incidenza sui ricavi del 26,6%.  L’utile netto, pari a € 198,8 milioni, è in crescita del 23,3% rispetto al 2014, con un’incidenza sui ricavi del 19,0%.  La posizione finanziaria netta(2) al 31 dicembre 2015 evidenzia un debito netto di € 88,7 milioni, in diminuzione di € 97,3 milioni rispetto al 31 Dicembre 2014 dopo il pagamento di dividendi per un totale di € 110,8 milioni. Il patrimonio netto si è ulteriormente incrementato ed è pari a € 870,0 milioni.   (1) Utile operativo al lordo degli ammortamenti. (2) Investimenti finanziari a breve termine e disponibilità liquide, meno i debiti verso banche e i finanziamenti a medio/lungo termine, inclusa la valutazione al fair value degli strumenti derivati di copertura.                                                                                  2 Iniziative e sviluppi del 2015 Nel 2015 è proseguita l’internazionalizzazione delle attività dedicate al trattamento delle malattie rare con nuove filiali in Brasile, Messico e Colombia. Inoltre, è stata ottenuta l’autorizzazione da parte di Health Canada alla commercializzazione in Canada di Carbaglu® (acido carglumico) per il trattamento dell’iperammoniemia acuta e come terapia di mantenimento per l’iperammoniemia cronica dovuta al deficit dell’enzima epatico N‐acetilglutammato sintasi (NAGS) in pazienti pediatrici e adulti. Nel mese di maggio è stato lanciato con successo in Spagna il nuovo prodotto Virirec® (alprostadil) per il trattamento della disfunzione erettile. È una formulazione in crema di alprostadil per uso topico. Alprostadil è un vasodilatatore che favorisce il flusso sanguigno verso il pene procurando l’erezione. Alprostadil rappresenta un’alternativa agli inibitori delle PDE‐5 in pazienti difficili da trattare e Virirec®/Vitaros® è una formulazione di facile somministrazione a differenza delle altre forme farmaceutiche di alprostadil. A settembre, la società biofarmaceutica francese Erytech Pharma, con la quale Orphan Europe, filiale del gruppo Recordati, ha stabilito nel 2012 un accordo esclusivo per la commercializzazione e distribuzione in Europa di Graspa® (farmaco onco‐ematologico mirato ai bisogni clinici insoddisfatti di pazienti fragili, pazienti recidivanti e altri gruppi di pazienti per cui i trattamenti esistenti non sono adeguati), ha comunicato la presentazione di una richiesta di autorizzazione all’immissione in commercio alla European Medicines Agency (EMA) per Graspa® per il trattamento di pazienti con leucemia linfoblastica acuta (LLA). Evoluzione prevedibile della gestione L’andamento delle vendite nette del Gruppo nei primi due mesi del 2016 è stato particolarmente positivo, con una crescita migliore delle nostre attese anche grazie a una favorevole stagionalità in alcuni paesi. Per l’intero anno 2016 si prevede di realizzare ricavi compresi tra € 1.070 milioni e € 1.100 milioni, un utile operativo da € 290 a 300 milioni e un utile netto da € 205 a 215 milioni.   Dividendo Sulla base dei risultati ottenuti proponiamo la distribuzione agli azionisti di un dividendo pari a € 0,30, a saldo dell’acconto sul dividendo dell’esercizio 2015 di € 0,30, per ciascuna delle azioni in circolazione alla data di stacco cedola (n. 17), il 18 aprile 2016 (con pagamento il 20 aprile 2016 e record date il 19 aprile 2016), escluse le azioni proprie in portafoglio a quella data. Il dividendo complessivo per azione dell’esercizio 2015 ammonta perciò a € 0,60 per azione (€ 0,50 per azione nel 2014).


 

Azioni in portafoglio :21

Dividendi incassati :12.43

Nuovo dividendo annuo stimato :9.32

Yoc :3.27%

Payback :4.36%


 

Annunci

6 pensieri su “Dividend increase 014 :Recordati Spa

  1. In pratica la percentuale che un determinato titolo mi ha restituito.
    Se ho investito 1000 e prendo 100 euro di dividendi il payback è al 10 %.
    Anno dopo anno un investimento potrebbe restituirti il 100% che puoi utilizzare per nuovi acquisti.

    Mi piace

  2. Ah, grazie per la spiegazione…avrei un altra domanda, come mai non consideri interessanti gli ETF? Hanno sicuramente lo svantaggio dei costi fissi (comunque contenutissimi) ma hanno il vantaggio di diversificazioni altrimenti impensabili.

    Ho scoperto oggi il blog e penso che diventerò un fedele lettore, continua così!!

    Mi piace

    • Ma sai..alla fine è anche il mio portafoglio un piccolo ETF.
      La differenza è che decido io cosa,quando e come acquistare o vendere. Decido io dove reinvestire i dividendi.. e poi tutto sommato mi piace molto seguire tutto in prima persona.

      Mi piace

  3. Alfio mi permetto di allegare un link di un articolo del professor Burton Malkiel la cui lettura pensa possa tornare utile a te ed a tutti I lettori del blog; e’ un articolo in inglese ma molto molto comprensibile e chiaro:

    il titolo e’ particolarmente eloquente: buy and hold is still a winner…insomma la tua strategia con un pizzico di diversificazione in piu’!

    http://www.google.de/url?sa=t&rct=j&q=&esrc=s&source=web&cd=1&cad=rja&uact=8&ved=0ahUKEwjI9saC7sLLAhWKOiYKHcvZAgIQFggeMAA&url=http%3A%2F%2Fwww.wsj.com%2Farticles%2FSB10001424052748703848204575608623469465624&usg=AFQjCNGdRYNR__ANU1ZqWkeVgDcwB390Lg&sig2=46heATt6IoRvFMxYXnTMiA

    un abbraccio e grazie di tutto,

    Antonio

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...