Dividend Increase 052: Igd

 

IGD SiiQ

Il Consiglio di Amministrazione approva il Progetto di Bilancio di esercizio, il Bilancio consolidato e il Bilancio di sostenibilità al 31 dicembre 2016

Risultati 2016: i migliori nella storia di IGD

  • Utile Netto del Gruppo: 68,3 milioni di euro (+49,7%)
  • Risultato netto ricorrente (FFO): 53,9 milioni di euro (+18,9%) – superato obiettivo +15/16%
  • Ricavi locativi: 131,3 milioni di euro, +8,4% (LFL Italia + 1,7%, Romania +3,1%)
  • Market value del portafoglio: 2.177,8 milioni di euro (+4,6%)
  • EPRA NAV per azione: 1,37 (+3,4%); EPRA NNNAV per azione: 1,29 euro (+3,2%)
  • Costo medio del debito in diminuzione al 3,3%; Loan To Value 48,3%
  • Proposto dividendo per azione pari a 0,045 euro
  • Approvato il settimo Bilancio di Sostenibilità

POSITIVI ANDAMENTI OPERATIVI…

Nel corso del 2016 si è assistito a un consolidamento del positivo andamento operativo dei centri commerciali italiani, con un incremento del 2,6% delle vendite degli operatori nelle gallerie, nonostante un rallentamento negli ultimi due trimestri dell’anno e ingressi in lieve contrazione.

Significativa la crescita degli ingressi in Romania, (+2,5%), favorita, in particolare, dall’incremento dell’offerta commerciale, dalle migliorate condizioni di mercato, nonché dalla riduzione dell’attività cantieristica di refurbishment di alcuni asset.

Le attività di commercializzazione hanno prodotto significativi risultati: in Italia sono stati sottoscritti 206 contratti tra rinnovi e turn over con upside medio del +1,8%; in Romania i 247 contratti rinnovati hanno registrato un upside pari al +1,1%; in miglioramento l’occupancy, sia in Italia, dove si è attestata al 97,3% (media gallerie e iper) in crescita rispetto al 96,9% dell’anno precedente, e in modo ancora più evidente in Romania (96,1% rispetto al 93,9%).

Nel corso dell’anno il Gruppo IGD ha proseguito nelle sue attività di asset management. Da questo punto di vista l’evento più importante per il Gruppo IGD è stato sicuramente l’apertura avvenuta ad ottobre del nuovo centro commerciale Maremà a Grosseto, la cui galleria commerciale si articola in 44 negozi e 7 medie superfici per una GLA totale di oltre 17.000mq (del Centro fa parte anche un ipermercato che non è di proprietà del Gruppo). Si è inoltre iniziata un’attività di rimodulazione di spazi presso il Centro Commerciale Città delle Stelle di Ascoli Piceno che ha portato alla creazione di una nuova media superficie e che è propedeutica ad un più profondo lavoro di refurbishment e rilancio della Galleria. Il Centro Sarca a Milano ha beneficiato degli effetti dei lavori di restyling terminati nel 2015 raggiungendo la piena occupancy e ottenendo importanti risultati sia in termini di fatturati (+17,5%) che di ingressi (+5,9%).

 

…E OTTIMI RISULTATI ECONOMICI E FINANZIARI (FFO +18,9%)

I ricavi complessivi consolidati ammontano a ca.138,8 milioni di euro, in crescita dell’8,0% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente.

In particolare, i ricavi da attività locativa, pari a 131,3 milioni di euro, hanno registrato un incremento dell’ 8,4% con una variazione dovuta:

  • per ca. 8,6 milioni di euro, ai maggiori ricavi sul perimetro non omogeneo
  • per ca. 1,9 milioni di euro alla crescita like for like (+1,7%) in Italia. Crescono le gallerie (+2,7%) e gli ipermercati sono in linea.
  • per ca. 0,3 milioni di euro, ai maggiori ricavi like for like della Romania (+3,1%)
  • ai minori ricavi (-0,7 milioni di euro) dovuti alla dismissione, a fine maggio 2015, del City Center Rizzoli di Bologna, e per altre variazioni minori

Anche i ricavi da servizi sono in crescita (+8,7%) e ammontano a 5,5 milioni di euro. I ricavi da trading del Progetto Porta a Mare ammontano a 2 milioni di euro, in decremento rispetto all’anno precedente per le vendita di 6 unità residenziali e pertinenze, contro le 7 vendute nel 2015

L’Ebitda della gestione caratteristica è pari a 94,9 milioni di euro, in crescita dell’11,6% rispetto al 31 dicembre 2015. L’Ebitda Margin della gestione caratteristica si attesta al 69,3%, in incremento di 2 punti base.

L’Ebitda caratteristico Freehold (relativo al perimetro immobiliare di proprietà) raggiunge il 78,7%, in crescita rispetto all’anno precedente.

La gestione finanziaria è in crescita (+6,6%) a 42 milioni di euro. Il dato include oneri non ricorrenti per circa 2,1 milioni di euro, relativi al rimborso anticipato del CMBS (scadenza nel 2018), completato a novembre.

Sulla gestione hanno pesato maggiori oneri sia per l’incremento della Posizione Finanziaria Netta sia per l’emissione obbligazionaria di maggio, parzialmente compensati dai risparmi derivanti dall’estinzione anticipata del CMBS e di altri mutui. E’ confermato il percorso di riduzione del costo medio del debito (3,3% vs 3,67% al 2015).

L’Utile Netto di competenza del Gruppo ammonta a 68,3 milioni di euro, in netta crescita rispetto ai 45,6 milioni dello stesso periodo del 2015 (+49,7%).

Il Funds From Operations (FFO) è pari a 53,9 milioni di euro, in incremento del 18,9% rispetto al 31 dicembre del 2015. Sono stati ampiamente superati gli obiettivi di crescita (+15/16%).

 

SOLIDA STRUTTURA PATRIMONIALE

L’EPRA NNNAV è pari a 1.044,9 milioni di euro, ovvero 1,29€ per azione. Il dato è in crescita del +3,2% rispetto al 1,25€ p.a. del 2015.

Il patrimonio immobiliare del Gruppo IGD ha raggiunto un valore di mercato pari a 2.177,8 milioni di euro, con un incremento del 4,6% rispetto al 31 dicembre 2015: la principale variazione riguarda l’acquisizione della galleria Maremà a Grosseto.

Anche a livello di perimetro omogeneo Italia si registrano crescite di valore: gli ipermercati segnano un incremento del 2% (+12,5 milioni di euro) e un gross initial yield pari a 6,17%; le gallerie segnano un incremento dell’1,47% (+4 milioni di euro) e un gross initial yield pari al 6,23%.

In Romania il valore del patrimonio immobiliare al 31 dicembre 2016 è pari a 164,9 milioni di euro, in calo dai 170,6 milioni di euro al 31/12/2015, con un gross initial yield pari al 6,51%.

La Posizione Finanziaria Netta del Gruppo IGD al 31 dicembre 2016, pari a -1.055,4 milioni di euro, come sopra ricordato, è incrementata rispetto a dicembre 2015 (-984,8 milioni di euro) a seguito degli investimenti e acquisizioni effettuate.

Gli indicatori di struttura finanziaria quali il gearing ratio (0,97x) e il Loan to Value (48,3%) sono in linea con le previsioni del Business Plan e confermano la solidità della struttura patrimoniale del Gruppo.


IGD fa parte del gruppo “Immobiliare” all’interno del portafoglio Black Dog.

Ad oggi l’investimento  ha restituito 31 euro che corrispondono ad un tasso di payback del 10.65%.

Il nuovo dividend yeld netto “on cost” si attesta al 5.72% e al 6.40% netto considerando i dividendi già incassati

Ad oggi l’investimento in IGD,agli attuali prezzi di mercato, corrisponde allo 0.7% dell’intero portafoglio.

Il rendimento attuale ,dividendi inclusi , si attesta al 44.67%


 

Annunci

2 pensieri su “Dividend Increase 052: Igd

  1. Purtroppo non sono investito in questo titolo, ho perso un paio di volte il momento buono. Lo tengo comunque in watch list insieme a Sabaf.
    In questo momento di euforia, a mio parere, eccessiva sto investendo piccole somme in certificates cash collect, ma se il mercato storna un po’ e torna su livelli più inteessanti IGD merita di essere tenuta a mente per eventuali acquisti.
    Ciao!

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...