Portafoglio PIR

Come anticipato in più occasioni a dicembre 2017 ho deciso di fondare il mio personalissimo PIR ovvero un Piano Individuale di Risparmio.

Di cosa si tratta ? In pratica grazie alla legge di bilancio 2017 viene data la possibilità al risparmiatore di usufruire di un regime agevolato privo di tassazione sui dividendi e sui capital gain.

Ecco un link che spiega in maniera dettagliata come funziona un PIR :

https://www.soldionline.it/guide/prodotti-finanziari/piani-individuali-di-risparmio-pir

In pratica l’obiettivo è quello di favorire l’investimento a medio/lungo termine in aziende piccole e medie italiane.

Potevo non sfruttare questa possibilità ?

Impossibile ..troppo goloso il beneficio a lungo termine di questo investimento per non approfittarne.

Ho aperto quindi un conto con Directa ed ho iniziato a spostare titoli già presenti in portafoglio e a immettere denaro fresco per nuovi investimenti.

Il risultato attuale lo vedete quindi nella nuova sezione “Portfolio Pir” aggiornata in tempo reale.

In fondo ci sono anche i “pesi” del portafoglio molto importanti per rimanere ancorati alle ferree regole di questo investimento:

70% investito in aziende italiane o con attività in Italia.

30% del 70% sopra citato investito in small e mid cap italiane.

10% massimo di vincolo di concentrazione (anche la liquidità).

Il tutto mantenuto per minimo 5 anni solari.

Il portafoglio ad oggi ha un valore di oltre 25.000 euro ed una rendita netta del 4.05%.

Ad oggi ha già distribuito cedole nette per 313 euro facendomi recuperare così 81 euro di tasse non pagate.

Il contributo PIR al progetto BlackDog sarà devastante e fondamentale per raggiungere i primi obiettivi all’orizzonte: 200 euro mensili di dividendi e 10.000 euro di cedole messe in tasca.

Au revoir

 

 

 

 

Annunci

5 pensieri su “Portafoglio PIR

  1. Ricapitolando… Sul deposito pir compliant Directa non posso trasferire i titoli già in possesso su altra banca ma devo acquistare ex-novo. Se rispetto i criteri delle percentuali, i dividendi mi arrivano privi di tassazione (es: ho 100 azioni che staccano dividendo di 1€, ricevo 100€ e non 74€).
    Tutto corretto?
    È sicuramente interessante, ma se conto le commissioni di vendita e riacquisto + il capital gain (e questa voce rischia di cappottarmi) non so se ci sta il conto.
    Lo potrei tenere in considerazione per il futuro visto che sto lentamente accumulando liquidità in attesa di uno storno che in realtà non si vede… (ma a questi prezzi non me la sento di comprare).
    A presto!

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...